Acceso il nuovo impianto di illuminazione di Marola

E’ stato completato e subito acceso il nuovo impianto di illuminazione di Marola. In poco più di un anno (è stato presentato a novembre 2016) il nuovo impianto di illuminazione delle Vie Alighieri (il viale di Marola) e delle Vie Donizone e Monchi è diventato realtà. L’impianto di nuova generazione, ha visto la sostituzione integrale del precedente con nuovi pali e corpi illuminati a led. Sono ancora in corso i lavori di sostituzione dei restanti punti luce, i cui lavori termineranno a brevissimo.
Come Proloco non possiamo che essere contenti di questo investimento, abbiamo partecipato assieme agli amministratori e ai progettisti a più di un incontro propedeutico all’esecuzione della nuova rete d’illuminazione, ma siamo andati anche oltre:  insieme all’amministrazione pubblica abbiamo deciso di completare l’illuminazione di Via Canova, esclusa dal progetto originario, finanziandone una parte.
“Il rifacimento e l’estensione della rete d’illuminazione pubblica di Marola è stato un investimento importante ed è costato all’Amministrazione trecento mila euro”, dice Mirco Costetti vicesindaco e assessore ai lavori pubblici del comune di Carpineti. “Sono stati installati nuovi pali al posto di quelli obsoleti e dove mancavano e sono stati istallati 170 corpi illuminanti di ultima generazione”. “Siamo molto gratificati della soddisfazione espressa dalla Pro loco e dai cittadini di Marola – conclude il vicesindaco -, siamo altresì contenti del lavoro del progettista ingegner Loris Cavandoli e della ditta esecutrice nonché del risparmio di circa 8-10 mila euro annui che l’attuale impianto produce per la minor manutenzione richiesta rispetto a prima e per la minore energia elettrica necessaria per far funzionare i nuovi corpi illuminanti istallati”.

Fine anno tempo di bilanci

Diamo alcune informazioni  sulla attività svolta dalla nostra Associazione, nel 2017, per un  più diretto coinvolgimento dei nostri soci e amici di Marola.
Ringraziamo, nel contempo, tutti  i volontari che hanno permesso di realizzare, tra giugno e dicembre, più di trenta eventi e  coloro che vi hanno partecipato numerosi, esprimendo apprezzamento.

Tra questi ricordiamo: La Festa del pedale, la mostra fotografica “Appennino dei Ricordi “, la gara podistica sulle vie e i sentieri di Marola (mille partecipanti), il moto raduno, la rinnovata festa di San Rocco, le lezioni di calcio per bimbi e ragazzi, le serate gastronomiche, le molteplici attività e intrattenimenti per i ragazzi, i concerti in villa e in abbazia, il mercatino del riuso, le feste della castagna, animate dal folcloristico trenino navetta, la festa di San Silvestro in piazza, con falò, vin brulè, spumante e panettone e musica, per finire l’anno nel modo migliore e iniziare il 2018 tra brindisi, balli e allegria.
Abbiamo inoltre partecipato con il nostro stand alle fiere: Skipass di Modena, Santa Caterina di Scandiano , S. Prospero di Reggio e, per il terzo anno, al  percorso la Via dei Presepi, ospitando l’evento conclusivo.

Il ricavato delle manifestazioni ci ha permesso di finanziare gli eventi sopra descritti, con relativo materiale promozionale ( manifesti, volantini, programmi, gadget, siti web ecc. ), ed altri interventi per il miglioramento del paese, tra i quali:

  • manutenzione rete sentieristica, Euro 400
  • acquisto nuovo arredo urbano, Euro 800
  • acquisto ping pong e biliardino, Euro 650
  • manutenzioni campo bocce, Euro 900
  • predisposizione impianto illuminazione Via Canova, Euro 7.600
  • acquisto nuove illuminazioni natalizie, Euro 400

e che ci ha consentito, inoltre, di devolvere in beneficenza con il nostro progetto di “Solidarietà Attiva”, contributi vari, per un totale di Euro 1.500, (di cui  Euro 1.220 da offerte libere ), così ripartiti:

  • Croce Rossa di Carpineti, per emergenza terremoto in Abruzzo, Euro 600
  • Assistenza genitori Ematologia oncologica pediatrica, Euro 500
  • Asilo parrocchiale Amorotti Bazzani di Carpineti, Euro 200
  • Asilo parrocchiale DI Lentigione (Brescello), contributo per danni alluvione, Euro 200

Il saldo residuo, sarà investito nel nuovo programma di eventi 2018, in nuovi lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria (tra cui la rimozione di alberi e rami abbattuti dal mal tempo sui sentieri di Marola), la messa a norma di impianti, l’aggiornamento del parco giochi, la copertura con gazebo dell’area pavimentata scoperta attigua alla sede e ulteriori abbellimenti del paese, come aiuole fiorite ecc , di cui  daremo conto nella massima, consueta, trasparenza.

Grati per l’attenzione, rinnoviamo sinceri auguri di buon anno.

Il tesoriere

Massimiliano Gibertini

 

 

 

 

 

 

Voci del tempo di Natale chiude la “Via dei Presepi”

locand Voci Tempo Natale 2018
Voci del tempo di Natale è l’evento che in un certo senso chiude e simbolicamente unisce i presepi e i luoghi di presepio della via dei presepi, questa rassegna che attraversa  l’Appennino ad ogni Natale.  Da 15 anni, con tanti presepi che nascono e rinascono spontaneamente ogni anno e si moltiplicano nei borghi, nelle chiese, accanto alle maestà, lungo le strade che portano ai valichi … sempre accompagnati da una stella che illumina il cammino.

L’appuntamento di sabato 6 gennaio nell’Abbazia di Marola unirà presepi e presepisti  della via dei presepi, e quanti hanno ancora voglia di Natale  davanti ad un presepio, che idealmente li rappresenta tutti: questa volta sarà un itinerario di parole, un modo per raccontare il Natale e il tempo di Natale in Appennino, con parole d’Appennino: passi di autori noti (come Raffaele Crovi, Francesco  Genitoni) e anche meno noti che rappresentano la letteratura d’Appennino passata o recente (come Umberto Monti, Carlo Baia); testimonianze di Natali di guerra (Don Artemio Zanni), le nenie e le filastrocche che hanno accompagnato la nostra infanzia e che sono tramandate da generazioni, di racconto in racconto, di bocca in bocca, da nonni a figli e a figli dei figli; le Befane di Cavola o di Gazzano,  il maggio di Natale  che viene dalla val d’Asta.

I canti del coro Vocilassù portano le atmosfere di Natale  di montagna, il violino di Ezio Bonicelli accompagna voci e parole degli artisti e tra il pubblico; il soprano Annalisa Ferrarini farà volare alte le note e le parole dei brani natalizi più noti.

All’organo dell’Abazzia il maestro Savelli, alla fisarmonica  il maestro Paolo Gandolfi.

la via dei presepi

Evento “Voci del tempo di Natale” a cura Associazione Scrittori Reggiani, Pro Loco di Marola, col sostegno di Associazione Amici del castagneto di Marola, nell’ambito di “La via dei Presepi”  e del progetto “Letteratura d’Appennino”, nata da una idea di Clementina Santi e Ermanno Beretti.