Giovedì “Il mare in montagna”

serate gastronomiche

L’agosto marolese entra nel vivo con i molteplici appuntamenti proposti dal programma “Vivi Marola tutto l’anno” promosso dalla ProLoco. Giovedì 2 agosto a partire dalle 19 in piazza Giovanni da Marola torna l’originale e atteso appuntamento con “Il mare in montagna” immerso nel fresco dell’Appennino. Dopo il successo delle tre edizioni passate, lo chef Mario di Gombio e il suo staff si trasferiscono di nuovo a Marola per una sera per preparare gustose porzioni di fritto misto per tutti mentre un’orchestra intratterrà i presenti a suon di musica. Anche quest’anno saranno previste variazioni al tema a base di grigliata mista per chi non ama il pesce in modo che tutti possano godere di una divertente serata in compagnia tra fritto misto, patatine, grigliata e ballo. A disposizione anche i gonfiabili per i più piccoli.

Domenica inaugura “Marola ospita l’arte”

marola ospita l'arte

Allo scopo di offrire a residenti, villeggianti e visitatori di Marola un programma turistico ancor più variegato e qualificante, dopo il successo avuto dall’esposizione fotografica, “L’Appennino dei ricordi”, della stagione scorsa, abbiamo inserito, quest’anno, per la prima volta, una mostra d’arte diffusa, che abbraccia l’intero paese, il cui titolo è “Marola ospita L’Arte”

 Un evento che coinvolgerà cinque artisti del nostro territorio; tre pittori un fotografo e uno scultore, che esporranno le loro opere in quattro location, gentilmente messe a disposizione da esercenti locali, oltre alla la nostra sede: Trattoria Al Portico, Albergo Marola, Trattoria La Svolta.

Esporranno:
Anna Bertani, pittrice, Albergo Marola
Camillo Canovi, scultore, Sede Proloco
Anselmo Croci, fotogramo, Sede Proloco
Ivan Morelli, pittore, Trattoria La Svolta
Roberto Piccinini, pittore, Osteria Al Portico

Durata della mostra, da domenica 29 luglio al 26 agosto. L’iniziativa, pur comportando un notevole sforzo organizzativo, riteniamo possa elevare l’immagine di Marola, conferendole una positiva valenza culturale, da affiancare alle varie tematiche del nostro programma estivo-autunnale.

L’inaugurazione della mostra è programmata per le ore 10 di domenica 29 luglio, c/o la nostra sede.
Le mostre resteranno aperte fino al 26 agosto 2018 con gli orari dei vari esercizi commerciali; sede Proloco 11-12 e 16-18.

La Via Matildica del Volto Santo inserita tra i percorsi culturali Nazionali

SENTIERO MATILDE1Il Ministero dei Beni Culturali ha riconosciuto la Via Matildica del Volto Santo tra i Percorsi Storico/Culturali  Nazionali. Si tratta dell’unico percorso di questo tipo che interessa la terra reggiana e la stessa valle del Tassobbio, facendo anche tappa a “Marola”. Imperniata sulla figura di Matilde di Canossa tra le personalità chiave del Medioevo europeo, il percorso è direttamente legato a quattro luoghi emblematici: Mantova, che diede i natali a Matilde; San Benedetto Po, nella cui abbazia ebbe sepoltura prima di essere trasportata in Vaticano; Canossa, dove avvenne il noto episodio dell’umiliazione dell’Imperatore di Germania; Lucca, città originaria della famiglia di Matilde.
Sul percorso si trovano castelli, pievi, monasteri e abbazie. Città rinascimentali e borghi medioevali legati in una via che unisce il Garda al Po, fino a raggiungere l’Appennino attraverso un territorio spettacolare e parzialmente sconosciuto su questa direttiva culturale che corre lungo l’asta del Po e sulla cordigliera appenninica. Un’area unica anche per i valori economici e produttivi che esprime, capace di dar vita ad esperienze studiate nel mondo, come quelle dei distretti e della ‘Terza Italia’.
La Via Matildica del Volto Santo rappresenta, quindi, una grande opportunità’ di promozione del territorio “Appennino” ed in particolare di Marola e della Val Tassobbio.

La Via Matildica del Volto Santo tra Casina e Marola

La Via Matildica del Volto Santo tra Marola e Carpineti