ProMarola

La nostra Associazione nasce nel 1950, per iniziativa e impegno, appassionato, di residenti e villeggianti, spinti dal desiderio di valorizzare Marola, situata tra borghi medievali e castagneti secolari, al centro di un vasto territorio matildico, ricco di storia e di bellezze paesaggistiche, per creare un polo di attrazione turistica, sul medio Appennino reggiano.
Da allora ad oggi, tantissime sono le opere realizzate (vedi sotto) e le iniziative, culturali, sportive e ludiche, promosse da Promarola, grazie agli i sforzi e ai sacrifici di investitori benemeriti e volontari, succedutisi nel tempo o ancora operativi, (con l’attuale sostegno del Comune di Carpineti, di cui Marola è frazione). Anno dopo anno, i programmi estivi e autunnali, si sonno, via via, arricchiti, per offrire una sempre più vasta offerta di attrazioni ed eventi, di qualità crescente, per un pubblico appassionato ed entusiasta delle più variegate discipline. La grande partecipazione di villeggianti e turisti, conferma, con orgoglio, l’apprezzamento delle iniziative proposte.
In particolare, Promarola, guardando al futuro, oltre a rinnovare e migliorare la programmazione classica dei suoi eventi più noti, (feste ella castagna in primis, fiera di San Rocco, gastronomia e balli in piazza ecc. ), dedica un sempre maggiore spazio, (senza trascurare i consueti visitatori), ai giovani e ai bambini, offrendo loro opportunità di svago, movimento e apprendimento, in un contesto salubre e sicuro; il campo da calcio, perfettamente sistemato e usufruibile, è solo un esempio.
Molta importanza assume, per Marola, la collaborazione con l’Ente Parco Tosco Emiliano, recentemente inserito tra i patrimoni dell’umanità, UNESCO, essendo collocata alle porte del Parco, base logistica e punto di partenza ideale, per escursioni e scoperte entusiasmanti.
Per gratitudine e riconoscenza, riportiamo di seguito i nomi dei Presidenti che si sono succeduti alla guida della nostra Associazione:
Nello Lusoli – Enzo Zanetti – Fermo Carubbi – Ginepro Grisendi – Tommaso Favali – Romolo Becchetti – Adamo Carubbi – Saura Rossi.
Un ringraziamento particolare al nostro attuale presidente, Giovanni Giannasi per la sua totale dedizione ai nostri progetti e a tutti coloro che, a vario titolo, si prodigano per il successo del nostro lavoro.


Cosa abbiamo realizzato in questi anni…

  • Cartina dei sentieri di Marola

    cartina-di-marolaIl 1991 è l’anno in cui viene realizzata per la prima volta una cartina con disegnati i sentieri di Marola. La cartina, “molto semplice e senza tante pretese”, riunisce per la prima volta tutti i percorsi intorno a Marola. Viene realizzata una gigantografia che viene posata all’esterno del giardino della ex scuola elementare. Negli anni successivi (1998-1999) vengono realizzate nuove tabelle per i 4 principali percorsi ed installate diverse aree sosta. Con il passare del tempo è emersa sempre più l’esigenza di effettuare una manutenzione straordinaria della rete sentieristica e di arrivare ad una nuova carta più precisa di quella esistente.
    Nel 2012 viene effettuata una manutenzione straordinaria della rete sentieristica, vengono riorganizzati i percorsi, vengono posate nuove

    tabelle di indicazione. Nell’estate del 2012 viene inoltre riaperto e messo in sicurezza il sentiero che porta alle cascate del Tassobbio, inagibile da anni, e viene effettuata la pulizia della zona circostante con l’aiuto del gruppo cacciatori di Carpineti. Nell’estate 2013 continua la manutenzione straordinaria della rete sentieristica e viene recuperato il sentiero che collega Marola a Branciglia attraverso Fiora e Casa Morelli, vengono sostituite alcune tabelle ammalorate e viene finalmente definita e realizzata, con il contributo della Provincia, una nuova carta dei sentieri.
    Vengono realizzate, e posate 4 maxi cartine montate su bacheche nei punti nevralgici della rete sentieristica.
    Nel 2014 vengono definiti e segnati due percorsi per MTB.

  • Ristrutturazione Ex Scuola Elementare

    La ristrutturazione ha riguardato l’intero edificio che all’inizio dei lavori era parzialmente inagibile.
    Grazie anche ai contributi dei privati ed al sostegno del comune (10.000.000) è stato possibile ristrutturare le ex scuole elementari di Marola “da terra a tetto”. I lavori sono iniziati nel mese di aprile 1996 e sono terminati nel luglio dello stesso anno.
    L’inaugurazione il 10/8/1996. Grazie a questo intervento è stata ricavata una grande sala polivalente oltre agli uffici/magazzino della Pro Marola. Il tetto è stato completamente ristrutturato, sono stati cambiati tutti i serramenti, l’intonaco bianco ammalorato ha lasciato il posto all’originale muro in sasso. Le pareti che costituivano il lungo corridoio e le aule hanno lasciato il posto ad una grande sala polivalente dove l’intonaco ha lasciato il posto in buona parte al sasso. Sono stati creati anche nuovi servizi igienici ed una piccola cucina. All’esterno, intorno all’edificio è stato realizzato il marciapiede.
    La sala nel 2006 è stata intitolata a Giuseppe Franzoni, volontario attivo scomparso qualche anno prima. Nell’area cortiliva a sud ha continuato a trovare spazio il parco dei bambini che dal 1994 è stato continuamente rinnovato nei giochi.

  • Fontana monumentale

    Dopo anni ed anni che si parlava di realizzare una fontana pubblica a Marola nel 1998 l’ieda si è concretizzata. Si è scelto di realizzarla nello spazio tra i due edifici della piazza principale del paese. La struttura progettata dal geom. Carubbi, e realizzata in buona parte da manodopera locale (Lusetti ed Olmi in primis) utilizzando pietra locale. Due aiuole laterali lasciano spazio al centro ad una area di aggregazione ed alla fontana vera e propria. Nel 2006 la fontana è stata intitolata a Maurizia Marchesi, abitante del paese tragicamente scomparsa. Negli anni successivi la pro Marola ha continuato a prendersi cura del verde della fontana con la messa a dimora di nuove essenze, dell’impianto di irrigazione e di nuova illuminazione (2001-2010)

  • Realizzazione aree di sosta

    La necessità di creare nuovi spazi in cui poter sostare per un pic nic o più semplicemente per una sosta durante una passeggiata era alta! La proloco ha risposto realizzando da subito il sentiero n. 8, denominato percorso natura, una passeggiata facile adatta a tutti di 2,5 Km che collega il centro del paese alla zona di Frazera, per poi salire fino a pian del lago, scendere alla canova passando dal Poggio per poi rientrare a Marola. Su questo nuovo percorso nel 1999 sono state installate le prime due aree attrezzate: le aree di sosta Pian del lago, posta all’ingresso del paese, e l’area di sosta Poggio all’incrocio tra il sentiero che scende alla loc. “Casa degli uccelli” e il sentiero che porta alla Canova.  Visto il successo riscosso dalle 2 piccole aree si è deciso di costruirne altre: su Via alla Canova prima del curvone, (2000 poi ristrutturata integralmente nel 2012 con nuove staccionate e tavoli) sopra la piazza Ludovico Ariosto e soprattutto quella di Frazera. Grazie ad un accordo con la proprietà dove prima vi era un semplice “slargo” ed un parcheggio sterrato, è stata realizzata una grande area di sosta dotata di tavoli, panche e barbecue. È stata installata la staccionata (2001 poi sostitutita nel 2012) una siepe una fontanella e nel 2012 il comune ha portato l’illuminazione.

    Nel 2006 l’area di sosta viene intitolata a Settimo Incerti, fornaio di Marola.

    La pro Marola ha in progetto di potenziare l’area di sosta con nuovi tavoli e panche

  • Impianto di illuminazione Via alla Canova

    Via alla Canova è una strada falsopiana che collega il paese alla omonima frazione. Una strada che per la sua naturale conformazione, oltre che per l’assenza di traffico, si presta a passeggiate. Da sempre la proloco ha installato panchine per la sosta lungo questa bellissima via che presenta dei bellissimi tramonti. Nell’anno 2000 decise di fare qualcosa di più: realizzare l’impianto di illuminazione mancante. Chiaramente i costi per poterla realizzare tutta erano proibitivi per cui si riesce ad installare 13 punti luce da via Dante Alighieri fino al curvone dove viene realizzata una area di sosta con tavoli e panchine.

  • Aiuola Piazza Giovanni da Marola

    Dopo la vendita del palatenda (inizio 1999) la piazza e la fontana sono diventati gli spazi dove la pro loco svolge gli eventi principali del programma estate oltre alla Festa della Castagna.

    La piazza necessitava di un abbellimento ulteriore dopo la costruzione della fontana. E’ stato quindi deciso di rivestire il muretto di confine ad est con pietra locale, la stessa utilizzata per la realizzazione della fontana e di installare 5 punti luce per aumentare l’illuminazione.

    Successivamente sono state poste a dimora nello spazio verde tra il viale e la piazza  delle rose, oltre al manto erboso, e creato l’impianto di irrigazione (2005). La Pro Marola sta studiando la realizzazione della nuova area verde con essenze e cespugli perenni da realizzare a seguito della realizzazione del nuovo impianto di illuminazione da parte del Comune di Carpineti.

  • Manutenzione Metato Caviolla

     Nel 2004 la proloco prese in uso il metato di Caviolla, posto in fondo a Via Enrico IV e sotto la piazza principale per poter aumentare l’offerta turistica della festa della castagna.

    Il metato venne ristrutturato nella copertura per eliminare le numerose infiltrazioni e vennero sostituiti i “graticci” di legno su cui venivano essiccate le castagne.

  • Pavimentazione esterna Ex scuola elementare

    Nel 2010 finalmente viene completata la ristrutturazione dell’edificio sede della nostra associazione con la realizzazione della pavimentazione esterna sul lato nord. Grazie ad un accordo con il Comune di Carpineti, che contribuì ed allungò la convenzione per l’uso dell’edificio, nel mese di agosto iniziarono i lavori di pavimentazione realizzati in cemento “liscio” che comportarono la realizzazione di n. 2 muri in cemento armato a sostegno/contenimento del terreno oltre al completo rifacimento delle fognature e degli scarichi. L’intervento si concluse ai primi di ottobre giusto in tempo per essere utilizzato per la festa della castagna. L’anno successivo venne realizzato l’impianto di illuminazione dei nuovi spazi (2011). Questi nuovi spazi hanno reso possibile aumentare l’offerta turistica estiva con la creazione di un “teatro naturale” per manifestazioni ed eventi. La pavimentazione viene inoltre utilizzata in occasione della festa della castagna per il punto di ristoro.

  • Parco Giochi

    Il legame tra la pro marola ed i bambini è fortissimo. Basti pensare che il primo parco giochi costruito in collaborazione con il comune risale al 1994. Nel corso di questi anni numerosi giochi in legno sono stati installati (come ad esempio i 7 giochi a molla) o sostituiti (il castello) grazie all’impegno della nostra associazione. Nel 2012 il parco aveva bisogno di un ammodernamento generale, il prato era ormai solo terreno polveroso e i giochi erano molto ammalorati. Si iniziò con il dividere il parco dal resto della struttura con una staccionata per aumentare la sicurezza dei bambini che vi giocavano. Nel 2013 vengono potate le piante presenti all’interno e installata una nuova altalena doppia e gomme antitrauma sotto tutti i giochi. Vengono inoltre pitturati tutti i giochi in legno naturale. Nell’estate 2014 viene realizzato il nuovo manto erboso e vengono pitturati tutti i giochi e gli arredi in legno. Con l’occasione viene anche sostituita tutta la recezione del parco ormai ammalorata.

  • Copertura

    La realizzazione di grandi eventi come la festa della castagna e il programma estivo necessitava di adeguati spazi coperti da adibire a zona cucine e ricreativi. Grazie alla preziosissima collaborazione di Carpineti da vivere, è stato possibile realizzare la copertura del lato est della pavimentazione realizzata qualche anno prima, ed aumentare quindi la nostra offerta turistica. L’intervento è stato realizzato nel mese di luglio 2013 e successivamente completato con l’installazione di attrezzatura da cucina (lavandino con acqua corrente, impianto elettrico, tavoli in acciao, ecc).

  • I nostri progetti...

    Il consiglio della Proloco ha delineato gli investimenti che vorrebbe realizzare nel triennio 2014/2017 in collaborazione con gli enti preposti.

    • Nuova area verde compresa tra la piazza Giovanni da Marola e Viale Dante Alighieri. Un primo stralcio è stato realizzato nell’estate 2014 con la messa a dimora di un tapezzante a fioritura estiva. Per procedere alla realizzazione si attende che il comune di Carpineti installi la nuova illuminazione pubblica. Opera attesa da molti anni e che verrà realizzata dall’autunno 2016. L’opera verrà poi completata con l’installazione di n. 2 luci supplementari per completare l’illuminazione in caso di eventi.
    • Sistemazione di Piazza Ludovico Ariosto. E’ ormai diventata una priorità: il muro grigio di cemento alto oltre 2 metri ormai sporco ed ammalorato non può più attendere. Si interverrà a seguito della sostituzione da parte del comune della rete metallica posta sulla sommità del muro e si pianterà a dimora apposite essenze che cadendo copriranno tutto il muro trasformandolo in una “parete verde”. Si pensa anche ad un recupero dell’area di sosta a monte della Piazza.
    • Installazione tabelle di indicazione della Abbazia Romanica Matildica all’entrata del paese. L’intervento è previsto nell’estate 2015.
    • Nuovo arredo urbano in area campo da bocce e pergola area Frazera. Intervento previsto per l’estate 2016.