SENTIERO MATILDE1Il Sentiero Matilde è stato realizzato a metà degli anni ‘90 dalla Provincia di Reggio Emilia con l’intento di portare l’escursionista a “camminare nella storia”, attraverso un facile percorso a tappe che attraversa i luoghi e i monumenti che rimandano ai tempi di Matilde di Canossa. Il Sentiero Matilde segue l’antico percorso alto medievale da Ciano d’Enza (località Vico), costeggia i castelli di Rossena, Canossa, Sarzano, Carpineti fino a Toanodirigendosi poi verso il crinale al Passo delle Radici. Dal 2014 la Provincia di Reggio Emilia ed il Gal , su sollecitazione anche della Proloco di Marola, hanno realizzato una variante alla seconda tappa, Casina-Carpineti, del sentiero Matilde.

Informazioni

Partenza: Marola centro, Via Canova
Arrivo: Casina Centro
Lunghezza indicativa:
Tempo di percorrenza :
Dislivello complessivo:
Segnavia: bianco/rosso e tabelle
Tipo di percorrenza: a piedi ed in mtb

Il percorso parte imboccando la strada asfaltata di Via alla Canova. Giunti all’abitato di Canova è necessario svoltare a sinistra ed imboccare la carraia che dolcemente scende fino al borgo di Castello. Qui è necessario proseguire nel bosco raggiungendo le borgate di Cà Brioni e Villetta. Qui è necessario svoltare a destra su strada asfaltata (Via Boastra) e proseguire fino alla strada principale (via Dante Alighieri) che collega Migliara a Marola ignorando il sentiero sentiero 658. Giunti a Migliara si  attraversa il sottopasso della via Militare della Lunigiana proseguendo sulla strada asfaltata fino alla chiesa. Il percorso prosegue su campi fino al crinale offrendo un ottimo punto panoramico sino alla ultime case di Casina. Imboccata Via Gramsci si scende passando una torretta colombaia molto singolare seguendo il segnavia 650. Giunti all’incrocio è necessario girre a sinistra su via Ca’ Matta e risalire fino al centro di Casina.